Arte e Covid19 - Fotografia - Coronavirus 19 Italy - come resistere alle fake news sul covid-19 e ripartire

Vai ai contenuti
L'IMPORTANZA DELL'ARTE IN QUARANTENA

 
Quanto è importante l’arte, nelle sue varie forme e manifestazioni, nella nostra vita?
 
Ciascuno di noi apprezza maggiormente un genere di arte, alcuni le arti figurative, altri la musica e altri ancora il teatro e la recitazione in generale.
 
In queste settimane ho visto tante forme di arte sul web: i concerti da casa, canzoni di incoraggiamento per le città colpite, video e foto di momenti tragici ma anche di speranza.
 
In un momento così negativo credo sarebbe più facile mostrare una foto delle bare, dei cimiteri ed invece le opere che ho scelto trasmettono un senso di drammaticità ma soprattutto di speranza, di ringraziamento per tutti coloro, in particolare medici e personale sanitario, che stanno lavorando e antepongono il bisogno della Nazione, al proprio interesse personale in alcuni casi sacrificando la loro stessa salute.
 
L’autore di quest’opera è un giovane fotografo freelance di Busto Arsizio, Davide Canella.

 
«Conosco Davide da diversi anni ed oltre alla profonda amicizia che ci lega ho sempre nutrito una grande stima verso ciò che fa.
 
Ha scelto consapevolmente di intraprendere una carriera difficile, tortuosa e senza garanzie; molte volte gli ho chiesto per quale ragione preferisse progetti molto faticosi, come ad esempio reportage di archeologia industriale, rievocazioni belliche e scene di vita quotidiana piuttosto ai più remunerativi lavori con modelle/i e campagne pubblicitarie.
 
Per la verità non ha mai risposto direttamente alla domanda, limitandosi a ripetermi che l’arte va amata e rispettata».

        
 

Forse oggi più che ieri ho compreso appieno il significato delle sue parole: «questa quarantena mi ha permesso di vedere tutto da un punto di vista differente e credo che veramente l’arte abbia il grande dono di immortalare per sempre un istante; molte volte si è sentita l’espressione “arte senza tempo” per definire alcuni capolavori, ad esempio “La Gioconda” di Leonardo o “I girasoli” di Van Gogh, in realtà credo che il ruolo dell’arte in questo preciso momento sia di essere legata indissolubilmente agli accadimenti e al profondo mutamento della nostra vita».

Alex Grassi


Davide Canella
 
Utilizza una fotocamera d'epoca Leica IIIC e realizza anche reportage di wargame
(https://www.all4shooters.com/it/tiro/cultura/davide-canella-il-fotografo-di-wargame/ ) e rievocazione storica, con fotocamere analogiche. Infatti è più a suo agio con pellicole e camera oscura che con lo smartphone.

 
Per info:
 
canelladvd@gmail.com
 
davidecanella.weebly.com
Torna ai contenuti