Preghiera - Coronavirus 19 Italy - come resistere alle fake news sul covid-19 e ripartire

Vai ai contenuti
 
CAPPELLANIA OSPEDALIERA NOSTRA SIGNORA DEL CONFORTO
 
OSPEDALE DI CUGGIONO (MI)
 
 
Via Crucis - Gesù sul cammino del paziente COVID-19
Venerdì Santo 2020  - VIA CRUCIS DEL MALATO
 

PREGHIERA
 
Signore, voglio rifare con Te la strada della croce. La tua sofferenza porti  luce al mio dolore. La forza e il coraggio con i quali hai af­frontato la morte diventino la mia forza e il mio coraggio, affinché meno pesante mi sia il cammino della vita. Tu che vivi  e regni nei secoli dei secoli. Amen.

 
I Stazione
Gesù è condannato a morte
 
 
Ti adoriamo, Cristo, e ti benediciamo!
 
Perché con la tua santa croce hai redento il mondo!
 Dei ricoverati nei reparti COVID alcuni non ce la faranno. Le statistiche sono quanto mai discordanti si passa da 38% di morti degli intubati, al 25% iniziale, e poi all’attuale 2%.
Molti malati sono troppo anziani con molte co-patologie e non è possibile un successo terapeutico neppure con intubazione. La ventilazione non invasiva viene tentata ma di solito la patologia prende il sopravvento ed il paziente si presenta con dispnea continua, senso di fame d’aria e angoscia di morte.
 
 
Tutti:
Che cos'è la verità?"
chiedeva Pilato a Gesù.
Aiutami Signore
a fare di quest'esperienza
della malattia
un tempo di verità.
Per tornare a mettere
al centro della mia vita
ciò che vale davvero
 
 
Canto
 
Abbi pieta' di noi Signore;
Abbi pieta' di noi!

Santa Madre, deh! Voi fate
Che le piaghe del Signore
Siano impresse nel mio cuore.

 

 
II Stazione
Gesù è caricato della Croce
 
 
Ti adoriamo, Cristo, e ti benediciamo!
 
Perché con la tua santa croce hai redento il mondo!
 Viene proposta per i malati COVID la sedazione. Di solito si sceglie la morfina un farmaco ottimo che non induce la morte ma toglie l’angoscia di morte, unita al midazolam che diminuisce la percezione dei sintomi sgradevoli di qualsivoglia natura facendo dormire il paziente. Sono farmaci che si metabolizzano all’istante, non si accumulano, vanno dati in continuo e possono essere interrotti in qualsiasi momento. Sono efficaci su tutti perché non presentano dose tetto.
 
Tutti:
Signore insegnami
a camminare
come hai fatto tu
sulla via della Croce.
Con la pazienza
di chi sa sopportare
e gli occhi aperti
per vedere anche il fratello
che poco lontano
sta faticando quanto me.

 
Canto
Abbi pieta' di noi Signore;
Abbi pieta' di noi!

Santa Madre, deh! Voi fate
Che le piaghe del Signore
Siano impresse nel mio cuore.

 
 
III Stazione
Gesù cade sotto il peso della Croce
 
 
Ti adoriamo, Cristo, e ti benediciamo!
 
Perché con la tua santa croce hai redento il mondo!
Le gravi patologie dei pazienti COVID sono le solite che conducono a morte gli anziani, a parte l’aver contratto il virus. Le co-patologie sono elemento di criticità, probabilmente morirebbero anche senza il COVID, anche con una semplice influenza.
 
Queste co-patologie sono spesso la cardiopatia ischemica, lo scompenso cardiocircolatorio specie se a bassa portata, l’insufficienza renale grave senza possibilità di dialisi, l’insufficienza epatica, la coagulazione intravascolare disseminata, il cancro in fase terminale.
 

Tutti:
Signore dammi forza
affinché io
non mi lasci
cadere per terra.
Aiutami a vincere
la rassegnazione.
Rialzami per camminare
insieme a Te
anche in questo tempo
della malattia.
 
 
Canto
 
Abbi pieta' di noi Signore;
Abbi pieta' di noi!

Santa Madre, deh! Voi fate
Che le piaghe del Signore
Siano impresse nel mio cuore.

 
 
IV Stazione
Gesù è aiutato da Simone di Cirene
 
 
Ti adoriamo, Cristo, e ti benediciamo!
 
Perché con la tua santa croce hai redento il mondo!
Anche questi pazienti possono essere DNR ossia Da Non Rianimare.
In questo caso si chiede il consiglio di un’esperta in Cure Palliative con duplice intento: impostare la terapia corretta ma al contempo confermare la terminalità.
L’esperta palliatrice viene a visitare Mario, 87 anni, concorda con la necessità di sedarlo. Prima però dobbiamo avvisare l’unica figlia e la moglie.
Figlia e moglie stanno insieme, anche se vivono in appartamenti attigui, le due donne il corona virus l’hanno già avuto in forma lieve e superato.

 
Tutti:
Grazie Signore
per le persone
che mi hai messo accanto
in quest'ora della prova.
Aiutami a non far pesare
su di loro la mia paura
e il mio cattivo umore.
Aiutami ad accettare
la loro mano tesa
per sostenermi
nella mia fragilità
 

 
Canto
Abbi pieta' di noi Signore;
Abbi pieta' di noi!

Santa Madre, deh! Voi fate
Che le piaghe del Signore
Siano impresse nel mio cuore

 
 
V Stazione
La Veronica asciuga il volto di Gesù
 
 
Ti adoriamo, Cristo, e ti benediciamo!
 
Perché con la tua santa croce hai redento il mondo!
Mario si è contagiato forse nella piazza del paese, dove era andato a sentire la banda, uno dei musicisti era morto in ospedale, un altro è stato trovato morto in casa: uno dei primi morti ancora ai primi di marzo, senza una diagnosi.
Mario è stato male dopo pochi giorni con dolori e malessere strano, poi si è subito ammalata anche la moglie e la figlia, avevano tutti e 3 la febbre. Dopo le numerose chiamate al 112 senza successo, subentra la paura e l’angoscia. Poi la chiamata al 112 decisiva che porterà Mario al ricovero.

Tutti:
Signore, quando hai detto
"Beati i poveri"
non ho mai pensato
a quella forma estrema di povertà
che è la malattia.
E anche adesso
faccio tanta fatica
a lasciarmi spogliare di tutto.
Ma aiutami lo stesso a scoprire
che l'unica ricchezza
che non scompare
dalla mia vita sei Tu.
 
 
Canto
 
Abbi pieta' di noi Signore;
Abbi pieta' di noi!

Santa Madre, deh! Voi fate
Che le piaghe del Signore
Siano impresse nel mio cuore


 
 
VI Stazione
Gesù incontra le donne di Gerusalemme
 
 
Ti adoriamo, Cristo, e ti benediciamo!
 
Perché con la tua santa croce hai redento il mondo!
 Ci organizziamo per una video-chiamata con orario concordato con la famiglia in un momento che Mario prevediamo non abbia febbre, le 14.30. Cerchiamo di renderlo presentabile alla famiglia.
 
Usiamo WhatsApp e mettiamo in comunicazione Mario e la sua famiglia, si salutano, piangono e Mario dice ai suoi di non piangere, che sta bene, che gli vuole bene, che tornerà a casa. Insieme ai suoi diciamo  un Padre Nostro. Anche il caposala, la palliativista ed i due compagni di camera partecipano alla preghiera dai loro caschi.

 
Tutti:
Nelle tue mani
consegno il mio Spirito.
Come hai fatto Tu
lo dico anch'io, Signore.
È l'unica parola
che mi dà pace
quando penso alla mia morte.
Quel giorno
accoglimi nel Tuo abbraccio
misericordioso,
più forte di ogni male.
 
 
Canto
 
Abbi pieta' di noi Signore;
Abbi pieta' di noi!

Santa Madre, deh! Voi fate
Che le piaghe del Signore
Siano impresse nel mio cuore.


 
VII Stazione
Gesù muore in Croce
 
 
Ti adoriamo, Cristo, e ti benediciamo!
 
Perché con la tua santa croce hai redento il mondo!
Adesso Mario stremato, dorme.
Poi ci chiama sua sorella,  Maria, anche se non sapevamo che Mario avesse una sorella. Maria piange, e ci racconta che Mario è l’unico fratello che gli è rimasto, erano  in 6, ma loro due erano molto legati, perché sono cresciuti insieme. Ci chiede con insistenza se poteva vederlo per l’ultima volta.
Ci risentiamo domani Maria”, rispondiamo noi.
Piange, insiste, e aggiunge: “Forse domani Mario sarà in un altro luogo”.
Decidiamo di accontentarla non senza pochi problemi.
Arrivando nella camera dove si trova Mario, adagio il mio telefono sull’addome di Mario, gli rallento un po’ la sedazione, tanto da svegliarlo e gli chiedo se vuole un fruttino: mangia di gusto.
I due fratelli si guardano via video-chiamata senza parlare, si riconoscono e piangono in silenzio.
Chiedo se vogliono recitare il Padre Nostro insieme. Così è avvenuto.
La mattina del giorno dopo il letto di Mario è vuoto, Mario è in un’altro luogo.
Richiamiamo le due famiglie e gli mandiamo via WhatsApp la preghiera, la solita che stiamo usando per tutti con l’indulgenza plenaria per le famiglie dei COVID: entrambe ringraziano. Amen.
 

 
Tutti:
Signore, depongo
anch'io nel Tuo sepolcro
tutto ciò che non ha vita.
Risanami nello spirito
per ritrovare

anche il mio corpo.
E tornare a cantare
ogni giorno
le meraviglie
del Tuo amore
 
 
Canto
 
Abbi pieta' di noi Signore;
Abbi pieta' di noi!

Santa Madre, deh! Voi fate
Che le piaghe del Signore
Siano impresse nel mio cuore.
 
 
 

Preghiera per debellare il Covid19
 
 
Signore Padre Santo,
 
guarda noi e l’umanità intera
 
afflitta da questa nuova epidemia,
 
che già sta seminando sofferenza e morte
 
in ogni angolo della terra.
 
Ti chiediamo, umilmente,
 
in nome del Tuo Figlio Gesù,
 
per la potenza del Suo preziosissimo sangue
 
versato sulla Croce,
 
difendici da questo morbo terribile.
 
Invochiamo il Tuo Santo Spirito,
 
potente contro ogni male.
 
Non permettere che in Italia e nel resto del mondo,
 
questo nuovo virus si trasformi in una strage
 
degli innocenti, ma libera dalla sofferenza
 
tutti coloro che ne vengono contagiati.
 
Affidiamo alla tua bontà di Padre
 
questa nostra umile preghiera,
 
mediante l’intercessione
 
della Vergine Santissima di Caravaggio,
 
fonte inesauribile di grazie,
 
perché la speranza di ognuno, che a Lei si avvicini,
 
non rimanga delusa, e di nessuno resti vana la supplica.
 
Per la potenza delle lacrime di Maria
 
sotto la Croce, per la gloria e la misericordia
 
che Ti appartengono.
 
Fa che non soffriamo per questa
 
e per tante nuove malattie
 
che mettono ansia e preoccupazione
 
nel cuore dei tuoi figli,
 
così deboli, fragili e timorosi di fronte
 
ai tanti mali e sofferenze di questo tempo
 
e di questa generazione.
 
Padre clementissimo che hai dato origine
 
alla vita nell’universo, confidiamo in Te.
 
Amen.
 
 
A cura di don Benjamin – Cappellania Ospedaliera Nostra Signora del Conforto - Cuggiono (MI)
Torna ai contenuti